Nel video l’intervista a Giancarlo Riolfo, allenatore Carpi F.C.

Il Carpi riparte di slancio da Cesena, più forte delle assenze e di un avversario che per lunghi tratti lo costringe sulla difensiva. La squadra di Riolfo fa il pieno al Manuzzi per la prima volta nella storia fra i professionisti e cancella lo scivolone di Vicenza. Sull’1-0 finale, che permette ai biancorossi di agganciare al secondo posto la Reggiana fermata a Salò, c’è la firma dei due Tommaso. Biasci, di professione attaccante, fa ancora il fenomeno con un gol da cineteca alla mezz’ora: l’aggancio sulla mediana, la finta su Franco, il dribbling su De Santis e il destro imprendibile per Marson valgono da soli il prezzo del biglietto e sono la nona perla del folletto toscano nelle ultime 15 giornate. L’altro Tommaso, Nobile, di professione portiere, alza il muro con almeno quattro parate decisive, la più spettacolare sul missile di Zerbin a inizio ripresa destinato all’incrocio dei pali. Un Carpi meno bello del solito, ma molto efficace anche quando ha perso Vano entrato da appena 10’. Per l’attaccante un fastidio alla coscia, ma mister Riolfo rassicura sulle sue condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui