Nel video l’intervista a Guido Sola, Presidente Camera Penale Modena

Tolto il limite della prescrizione i processi penali diventerebbero infiniti e gli imputati tali a vita. Perché se la prescrizione oggi pone un termine massimo alla durata dei processi, inducendo la giustizia a muoversi di conseguenze, con la riforma che la abolisce i tempi del processo potrebbero essere infiniti e gli indagati rimarrebbero sub judice a vita. Per questo questa riforma non sa da fare. Lo ribadiscono gli avvocati penalisti, e non solo, che in tutta Italia hanno ripreso la battaglia per evitare che la riforma Bonafede votata dal precedente governo giallo-verde, diventi legge, generando i suoi effetti dal 1° gennaio. Chiedono al governo un passo indietro. A Modena un’altra settimana di sospensione dalle udienze per quella che viene definita una battaglia di civiltà. E per spiegare le ragioni della protesta ai cittadini anche i penalisti modenesi parteciperanno insieme a mille avvocati da tutta Italia alla lettura pubblica senza soluzione di continuità in corso a Roma per una settimana davanti alla corte di Cassazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui