Clamorosa svolta nelle indagini sulla morte della giovane prostituta ungherese trovata cadavere domenica sui binari della ferrovia a Gaggio. La Polizia ha fermato l’uomo responsabile dell’omicidio. E‘ un 50enne che già aveva scontato una pena di 23 anni per avere ucciso un altra donna

50 anni, di origine sarda single, viveva da solo in un monolocale a Montale. Dove si era trasferito dopo avere scontato una pena di 23 anni in carcere per avere ucciso a scopo di rapina un’anziana donna ad Olbia. E‘ lui l’uomo bloccato ieri sera dalla squadra mobile di Modena, accusato di avere ucciso nella notte tra sabato e domenica, Mata Arietta, la 24 enne prostituta ungherese il cui corpo è stato trovato dilaniato dal treno sui binari della ferrovia all’altezza di Gaggio. Il personale di Polizia  guidato da Marcello Castello lo ha bloccato al termine di meticolose indagini sviluppate da alcuni indizi nel luogo del ritrovamento del corpo che non quadravano con l’ipotesi dell’incidente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui