Lunedì 21 novembre l’ordigno sarà recuperato e fatto brillare a Zocca

Due paesi e centinaia di persone evacuate per il recupero di un ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale. E’ quello che succederà lunedì a Montecreto e Roncoscaglia di Sestola, i due centri abitati interessati dall’evento che si trovano all’interno del raggio di sicurezza stabilito dalla legge per questo tipo d’interventi. La bomba, ritrovata il 16 ottobre sul percorso che porta a “Passo del Lupo”, verrà recuperata dagli addetti dell’esercito, caricata su un mezzo e trasportata fino a Zocca dove sarà fatta brillare in una cava. Intanto i residenti nei due paesi interessati dall’evacuazione si trasferiranno temporaneamente nel palazzetto dello sport di Sestola, allestito per l’occasione dai volontari della Protezione Civile e del 118. Le operazioni dovrebbero occupare tutta la mattinata per concludersi, poi, nel primissimo pomeriggio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui