Una multa da migliaia di euro per il Blasco accusato di aver condiviso cocaina

Ha pagato una multa da migliaia di euro per aver violato la legge sugli stupefacenti. A essere stato accusato è stato Vasco Rossi, al quale si era contestato di aver condiviso cocaina, ipotesi di reato di lieve entità. I fatti risalgono al 2009 e sono emersi nelle ultime ore: erano arrivati a definizione in aula sette anni fa dove, davanti al gip e con l’ok delle parti, era stata applicata la pena di tre mesi di reclusione sostituita dalla sanzione pecuniaria. Aveva patteggiato anche un collaboratore del rocker modenese di Zocca.

A Vasco, difeso dall’avvocato Guido Magnisi, era stata come detto contestata la violazione della legge sulle droghe. I fatti risalgono a prima della malattia e della completa disintossicazione del cantautore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui