Lo prevede un ordine del giorno votato oggi dal Consiglio comunale

Gioco d’azzardo vietato nei locali di proprietà del Comune di Modena. Lo prevede un ordine del giorno approvato oggi dal Consiglio all’unanimità: la novità interessa, in particolare, alcune polisportive cittadine che sfruttano terreni di proprietà comunale e che ospitano macchinette di videopoker o addirittura vere e proprie sale bingo in subaffitto. L’ordine del giorno è stato presentato in origine da Forza Italia – che sul punto ha depositato anche un’interrogazione – e ad esso si sono uniti poi anche Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui