La nuova gestione affidata all’Aiab Emilia Romagna

Nuova vita per l’ostello Casale della Mora: la nuova gestione della storica struttura ricettiva vignolese, in precedenza sede della Strada dei Vini e dei Sapori, è stata presentata stamattina. Le redini infatti sono passate all’Aiab, l’Associazione per l’Agricoltura Biologica dell’Emilia Romagna, che vuole trasformare la struttura in una sorta di bio-ostello focalizzato sul turismo ecologico e responsabile, caratterizzato dal collegamento attivo tra città e campagna, cioè dalla possibilità di un contatto diretto con gli agricoltori biologici specializzati in prodotti di qualità e allo stesso tempo tipici del territorio.

Ovviamente, però, l’Ostello manterrà anche la classica vocazione alberghiera, con 21 posti letto suddivisi in sette camere, tutte con bagno. L’inaugurazione ufficiale è prevista i primi di giugno: l’obiettivo è portare qui presto anche convegni ed eventi ad hoc.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui