L’area dell’altare del Duomo di Modena è stata oggetto di alcune modifiche che sono state presentate durante l’incontro di questa mattina. L’adeguamento liturgico risponde alle esigenze del Concilio vaticano II che vede la liturgia come momento in cui la comunità viene coinvolta attivamente, così la posizione dei tre luoghi celebrativi principali è stata rivista e modificata. Importante sottolineare che le modifiche non hanno richiesto di intervenire sulla struttura dell’edificio. Durante la mattinata è stato fatto il punto sui lavori strutturali che hanno riguardato la cattedrale dopo il sisma del 2012. Interventi fondamentali sul fronte della sicurezza che nonostante la lunga durata, oltre 14 mesi, hanno sempre consentito la fruizione dell’edificio da parte dei fedeli. L’assessore Palma Costi ha anche colto l’occasione per chiarire qual è la situazione dei luoghi di culto a oltre sette anni dal sisma.

Nel video interviste a:                                                                                                      Mons. Luigi Biagini – Arciprete Capitolo metropolitano di Modena                                       Palma Costi – Assessore regionale ricostruzione post-sisma

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui