Le Sardine scenderanno nuovamente in piazza a Bologna, questa volta per un evento nazionale, domenica prossima in piazza Otto Agosto (forse la piazza più ampia della città, almeno in centro storico). Una grande mobilitazione, curata nei dettagli, che si configurerà come un mix di musica e politica per il quale era stata messa in moto una raccolta fondi con l’obiettivo di sfondare il tetto dei 50mila euro. L’evento si chiamerà «Bentornati in mare aperto» e sono attesi volti noti della musica, ma anche del mondo della cultura e della società civile. Ci saranno Skiantos, i Subsonica, Willie Peyote e Marracash. Quello delle elezioni regionali in Emilia Romagna è l’appuntamento a cui tengono di più, non è un mistero. Ma non si sentono identificati con la sola campagna elettorale di Bonaccini. Per noi, dicono è «un esperimento. Dovremmo trovare – ha spiegato Mattia Santori – delle linee guida che ci aiutino a essere quello che vogliamo essere: un organismo politico in senso stretto, un corpo intermedio, o un’organizzazione che è un gruppo di pressione che fa innovazione comunicativa e divulgazione democratica». Ma se dovesse vincere Lucia Borgonzoni, non saranno le sardine ad essere sconfitte: « Abbiamo chiamato alla mobilitazione, alla partecipazione. Ma non siamo un partito né siamo candidati, dopo il 27 gennaio non ci fermeremo, ma non è detto che saremo sempre noi a guidare questo movimento».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui