I fantasmi del derby resteranno a lungo negli occhi di Giancarlo Riolfo. Il suo Carpi deve mandare giù il boccone amaro della prima sconfitta al Cabassi, dove fino a ieri sera aveva raccolto 13 punti sui 15 disponibili, e ora vede Padova e Vicenza allontanarsi di nuovo in vetta alla classifica. Ai biancorossi non è bastato creare almeno sei nitide palle gol, trovando però sulla propria strada un Gagno insuperabile. In un primo tempo equilibrato il portiere del Modena si è superato sull’incursione di Saric. Nella ripresa prima del vantaggio del Modena ancora Gagno aveva detto di no a Carta e poi Vano si era divorato il comodo vantaggio. In pochi istanti il Carpi è passato dal possibile 1-0 allo svantaggio e all’uomo in meno per il rigore procurato da Lomolino e trasformato da Tulissi. I biancorossi hanno cinto d’assedio il Modena, rimasto in dieci subito per l’espulsione di Ingegneri, ma nonostante le occasioni create con Saric, Saber e Maurizi il pareggio non è arrivato per merito della grande serata di Gagno. A fine gara la delusone di mister Riolfo è tutta per il risultato, che il Carpi cercherà di cancellare lunedì sera nel posticipo di Imola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui