Picchiato a sangue in pieno centro storico a Carpi, per futili motivi. Un 17enne della città dei Pio è stato aggredito da un uomo di 30 anni, pregiudicato, che ha iniziato a prenderlo a pugni dopo che il giovane si era rifiutato di comparire in un suo videoclip. Il 30enne, anche lui di Carpi, aveva iniziato le riprese per promuovere i suoi ultimi lavori musicali, coltivati durante il periodo di detenzione, a fianco di un gruppo di minori che stava bivaccando. Il 17enne avrebbe declinato l’invito del pregiudicato a comparire nel video e “diventare famoso” sostenendo di essere già celebre sui social. Questa risposta, secondo la ricostruzione dei fatti, avrebbe innervosito il 30enne che una volta finite le riprese l’ha preso da parte e in piazzare Re Astolfo ha iniziato a picchiarlo selvaggiamente con calci e pugni. Anche un altro adulto, amico dell’assalitore, avrebbe partecipato, tirando a sua volta un pugno al ragazzo prima di abbandonarlo sul posto. Il minore ha riportato la frattura di una spalla, un trauma toracico e un trauma cranico. I carabinieri, allertati insieme ai sanitari del 118, sono riusciti a rintracciare i due assalitori: il 30enne è stato identificato in un bar mentre cantava al karaoke, l’altro adulto è stato trovato a casa propria. Entrambi dovranno rispondere di lesioni personali aggravate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui