Martedì 11 Dicembre 2018 | 05:53

FURTI E CONCORRENZA ILLEGALE, LE DIFFICOLTA’ DEI DISTRIBUTORI MODENESI

La rete locale di distribuzione di carburanti vive numerose difficoltà, dai furti alla concorrenza sleale. La denuncia arriva da FAIB-Confesercenti. Il presidente nazionale dell’associazione, Martino Landi, ai nostri microfoni ha fatto il punto sulla situazione


Sono stati cinque i furti e i tentativi di furto di carburante avvenuti negli ultimi mesi sul territorio della provincia di Modena. Una segnalazione che arriva da FAIB-Confesercenti insieme alla denuncia di un mercato parallelo molto florido, dove in particolare gasolio e cherosene, vengono rubati o direttamente dalle auto in sosta o dalle pompe di benzina. L’associazione alza la voce in difesa degli operatori onesti che lavorano ai distributori di carburante, i quali si ritrovano sempre piu sovente bersaglio della delinquenza, non solo attraverso vandalismo e furti, ma anche tramite  la concorrenza sleale e seguito della vendita in mercati paralleli. La provincia di Modena riflette quelli che sono i problemi della rete nazionale. Il riconfermato presidente locale, Franco Giberti, evidenzia un'altra criticità che tocca il settore. Le  commissioni applicate dalle banche sull’uso delle carte di credito sono eccessive tanto da incidere sui margini di reddittività. Carte di credito il cui utilizzo è comunque fondamentale sotto il profilo della sicurezza.

 

 

Nel video le interviste a:

- Martino Landi, Presidente nazionale FAIB-Confesercenti

- Franco Giberti, Presidente locale FAIB-Modena

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche