Dopo le due sconfitte consecutive contro Milan e Napoli, il Sassuolo torna a muovere la classifica e pareggia zero a zero nel Monday night di ieri sera, contro la Sampdoria

Il Sassuolo muove la classifica e, dopo le due sconfitte rimediate prima della sosta contro Milan e Napoli, torna a fare risultato strappando un pareggio a Genova contro una Sampdoria quadrata che osa più dei neroverdi ma non riesce a violare la porta di Consigli.

Ne esce fuori uno zero a zero che non accontenta nessuno, ma grazie al quale il Sassuolo sale a quota 14 punti in classifica, confermandosi stabilmente nella parte sinistra tra le squadre che sino ad ora hanno fatto meglio. Non era semplice fare punti a Genova sponda Sampdoria, a Marassi anche il Napoli di Ancelotti è uscito sconfitto, ma il Sassuolo sa resistere nel momento di maggiore pressione blucerchiato rendendosi pericoloso in più di un’occasione con Berardi che giocava la sua centocinquantesima gara in neroverde.

Non è stata una delle migliori partite per la squadra di De Zerbi, tanto che nella ripresa il Sassuolo ha mostrato la maturità necessaria per chiudere ogni passaggio alla Sampdoria e portare a casa il punto.

Dopo una prima mezzora a marca blucerchiata, il Sassuolo si fa pericoloso al 35° con una ripartenza di Di Francesco che si accentra e pesca Lirola sulla destra, lo spagnolo tira ma viene murato, sulla ribattuta arriva Berardi e il suo sinistro fa tremare il palo. Ancora Berardi nella ripresa con un sinistro a giro dal limite dell’area al 51° che si alza di poco sopra la traversa.  Poi De Zerbi avanza Di Francesco sulla linea degli attaccanti e fa entrare anche l‘ex di turno Matri ma senza mai più rendersi pericoloso. Archiviata la terza partita consecutiva contro una squadra prestigiosa, ora i neroverdi e la vedranno col Bologna di Pippo Inzaghi nel lunch match di domenica al Mapei Stadium

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui