1-1 al Mapei Stadium tra neroverdi ed Udinese. Con il Milan che pareggia contro la Lazio, restano intatte le possibilità di agganciare la zona Europa League

Non va oltre l’1-1 il Sassuolo in casa nella sfida con l’Udinese e perde l’occasione di accorciare le distanze dal Milan, che ha diviso la posta nel posticipo serale con la Lazio, per la corsa all’Europa. Alla rete di Zapata all’8′ minuto, un giocatore che i neroverdi inseguono sin dalla prima stagione in Serie A tre anni fa, ha risposto Politano di testa al 64′ dopo una gara per larghi tratti dominata dai bianconeri di De Canio, alla sua prima sulla panchina friulana dopo l’esonero di Colantuono, con un Sassuolo che solo dopo l’innesto del quarto attaccante da parte di Di Francesco ha mostrato segni di reazione. Il tanto temuto calo di concentrazione, che troppo spesso anche in questo campionato da record si è verificato contro squadre sulla carta più deboli, si è quindi verificato per i neroverdi che, comunque, complice il pari serale della Lazio col Milan vedono intatte, seppure con una partita in meno, le possibilità di provare ancora l’aggancio all’Europa League. All’8′ Widmer sguscia via sulla destra e mette in mezzo un pallone che deve essere solo spinto in rete da Zapata, puntuale col piattone per il suo sesto gol stagionale. L’Udinese domina per tutto il primo tempo, poi Di Francesco toglie il centrocampista Pellegrini per Falcinelli, passando al 4-2-4, e qualcosa si muove. Al 64′ il pareggio: Sansone lavora bene la sfera e la cede indietro a Peluso che effettua un cross perfetto di prima per la testa di Politano, la punta approfitta di un errore di piazzamento della difesa bianconera e porta il punteggio in pari. La sosta arriva a pennello per ricaricare le batterie neroverdi sembrate in riserva: alla ripresa li aspetta il derby con un Carpi più che mai in condizione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui