Nominato il primo marzo 2015, il direttore generale dell’AUSL di Modena ha rassegnato le sue dimissioni per motivi professionali

Colpo di scena nel mondo della sanità modenese. Il direttore generale dell’AUSL di Modena Massimo Annicchiarico ha rassegnato questa mattina le sue dimissioni volontarie per ragioni che definisce strettamente professionali, lo ha comunicato alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena, davanti ai co-presidenti e ai sindaci riuniti per l’incontro. Annicchiarico, 61 anni originario di Taranto, era stato nominato Direttore generale il primo Marzo 2015 e aveva già ricoperto il ruolo di direttore dell’AUSL di Bologna per un breve periodo. Nell’ultimi tempi Annicchiarico era stato al centro di diverse polemiche, a partire da alcuni pensieri espressi sui social network che gli erano addirittura valsi la censura da parte della Regione, passando poi ai premi di produttività bloccati per i dipendenti. In ultimo il suo nome è apparso anche nell’elenco degli iscritti alla Massoneria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui