Sono finiti all’asta i due cinema modenesi Principe e Olympia, tuttavia giovedì non è stata presentata nessuna offerta per questi edifici storici della nostra città. Tutto è stato rimandato tra qualche mese

È andata deserta l’asta dei due cinema modenesi Principe e Olympia, pezzi storici della nostra città ormai abbandonati da 13 anni e pignorati ad una società sassolese nel 2016. Ieri nessuno ha presentato un’offerta per comprare i due lotti; tutto dunque è rimandato tra qualche mese, quando – con ogni probabilità tra novembre e dicembre – verrà indetta una nuova asta, con un ribasso del 25% dei prezzi di acquisto. Questo significa che per poter comprare entrambe le strutture, se inizialmente la base d’asta – ovvero il prezzo minimo di partenza – era di 5 milioni e 475 mila euro, la cifra adesso è ridotta a 4 milioni e 100 mila euro. I due edifici hanno un grande valore artistico, e sono considerati dei capolavori del Dopoguerra; entrambi sono stati tutelati da un vincolo architettonico, che di fatto ne impedisce l’abbattimento. Chi li acquisterà dovrà dunque mettere in conto anche una sostanziale ristrutturazione, dato che si trovano in pessime condizioni, con impianti non a norma ed in stato di grave abbandono. L’Olympia, nel novembre del 2017, era stato occupato dagli autonomi del Guernica, e poi sgomberato e murato. Il Principe, invece, viene ancora in parte utilizzato gratuitamente dall’associazione “Via Piave” per esposizioni temporanee. Sta di fatto che il loro acquisto e il conseguente recupero urbanistico, che si prospetta alquanto impegnativo, è parso come una sfida che al momento nessun imprenditore ha voluto cogliere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui