Sabato primo giugno si terrà a Modena la prima edizione del Modena Pride, per rivendicare i diritti e l’orgoglio della comunità Lgbt. Il corteo prenderà inizio dal Parco Novi Sad e toccherà diversi punti focali della città

La parata arcobaleno sta per arrivare a Modena. Sabato primo giugno tanti luoghi simbolici della città saranno toccati dal primo Modena Pride, la manifestazione che ha lo scopo di rappresentare l’orgoglio e i diritti di omosessuali, bisessuali, trans e intersex. La declinazione modenese del Gay pride si svolgerà su un percorso di circa 6 chilometri e avrà come inizio e fine il parco Novi Sad, dove c’è l’università e dunque simbolo del futuro della città. Il corteo colorato anche se non attraverserà la via Emilia per evitare di interferire con il Mercato europeo toccherà tanti punti importanti della città come il Palazzo dei Musei, punto focale della storia di Modena, la Camera di Commercio simbolo di produttività, poi ancora la stazione che rappresenta la migrazione e anche l’accademia militare e l’azienda Usl. La necessità di manifestare l’orgoglio della propria identità sessuale è secondo gli organizzatori data dal fatto che sono ancora tante le discriminazioni che i membri della comunità LGBT subiscono anche nella nostra città.

Nel video le interviste a Alberto Bignardi, Consigliere Nazionale Gay Pride e Francesco Donini, Presidente Arcigay

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui