Non la semplice esposizione di una mummia ma un vero e proprio intervento di restauro sul reperto aperto al pubblico: è quanto propongono fino all’8 febbraio i Musei Civici di Modena. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Storie d’Egitto”

Osservare come avviene il restauro di una mummia a Modena è possibile: in questi giorni, fino all’ 8 febbraio, ai Musei Civici i visitatori potranno vedere all’opera uno dei massimi esperti in Italia in questo tipo d’interventi, la dottoressa Cinzia Oliva, a cui sono stati affidati i lavori sul reperto: il corpo di un bambino di tre anni vissuto in Egitto tra il I e II secolo d.C. e probabilmente deceduto per una malattia cerebrale, come emerso dagli esami diagnostici effettuati sulla mummia. Èd è proprio intorno all’analisi diagnostica e al restauro di questa piccola mummia che si articola “Storie d’Egitto”, il progetto scientifico organizzato per far riscoprire al pubblico la raccolta egiziana dei Musei Civici che prenderà il via il prossimo 16 febbraio con una mostra

Nel video l’intervista a:
– Cinzia Oliva, Esperta di restauro di tessuti archeologici e mummie
– Francesca Piccinini, Direttrice dei Musei civici di Modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui