In Emilia Romagna circa 18 mila persone soffrono di epilessia, un disturbo neurologico che nel 70% dei casi viene tenuto sotto controllo con terapie farmacologiche. Talvolta però si può ricorrere alla chirurgia

Ne soffrirono grandi personaggi storici come Socrate, Dante e Napoleone. La malattia in questione è l’epilessia, disturbo neurologico comune, che può insorgere sin dall’infanzia o restare latente per anni, per poi attivarsi improvvisamente. Sono tante le modalità con cui la malattia si può manifestare: la crisi epilettica convulsiva è senz’altro la più evidente, ma sensazioni di smarrimento o momenti di assenza mentale sono altri sintomi da non sottovalutare. Nella nostra regione ne sono affette circa 18mila persone, il 70% delle quali curate con terapia farmacologica. In alcuni casi, però, per curare pazienti epilettici si può ricorrere alla chirurgia.

Nel video l’intervista a Stefano Meletti, Professore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui