L’emergenza smog attanaglia il nostro territorio. Per questo motivo dal 1° ottobre scattano nuove disposizioni antinquinamento dalla Regione. Per arginare il problema, oltre alle normative, serve però anche una maggiore consapevolezza dei cittadini sui rischi. Ne abbiamo parlato con il Professor Enrico Clini

Con il mese di ottobre scattano le nuove manovre antinquinamento prevista dal Piano integrato per la qualità dell’aria. I primi provvedimenti interesseranno soprattutto le auto diesel Euro 4, che non potranno più circolare all’interno delle tangenziali. Ma anche per il riscaldamento, sarà infatti vietato utilizzare biomasse, come legna, pellet e cippato per il riscaldamento domestico, nelle abitazioni dotate di sistema multi combustibile. L’obiettivo delle nuove disposizioni è quello di tenere a bada i livelli di smog presenti nel nostro territorio, che negli ultimi 20 anni ha registrato un incremento delle malattie all’apparato respiratorio del 50%. Come conferma il Professor Clini oltre alle disposizioni regionali per arginare il problema serve una maggiore consapevolezza

 

 

Nel video l’intervista al Professor Enrico Clini, pneumologo del reparto Malattie dell’Apparato Respiratorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui