L’annunciato innalzamento delle tariffe per l’importazione di acciaio e alluminio deciso da Donald Trump potrebbe penalizzare fortemente anche Modena. La nostra provincia insieme a Milano e Torino potrebbe essere tra quelle più colpite

Modena, insieme a Milano e Torino, è tra le provincie italiane che potrebbero essere più colpite dalla eventuale introduzione dei dazi doganali voluti dall’amministrazione Trump. Questi tre territori insieme rappresentano più di un quinto di tutte le vendite all’estero dell’Italia: Modena lo scorso anno ha venduto merci pari a 1,8 miliardi di euro, e a fare da locomotiva a tutte le vendite negli Usa sono stati gli autoveicoli con un +21.01%, aumentate del 10.2% rispetto all’anno precedente. Donald Trump lo scorso 1 marzo ha annunciato la volontà di voler imporre dei dazi doganali sulle importazioni di acciaio e alluminio al fine di difendere l’industria siderurgica del proprio paese. Le tasse sono state fissate rispettivamente al 25% e al 10%. Se  i dazi del Presidente Usa dovessero portare ad una guerra commerciale con l’America a rimetterci sarebbe soprattutto  quelle province italiane che nell’ultimo anno hanno visto le vendite negli Stati Uniti crescere, come Modena appunto, ma anche Milano, che rispetto al 2016 lo scorso anno ha registrato un aumento dell’export negli Usa del 18.4%. L’Unione Europea da parte sua si prepara a rispondere con contro dazi del 25% su beni importati dagli Usa che vanno dalle motociclette, al whisky e ai jeans.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui