73° anniversario dell’eccidio del Ponte di Navicello dove furono uccisi 11 partigiani per una rappresaglia. Questa mattina nel piazzale del monumento ai Caduti partigiani, si è svolto un corteo culminato con la deposizione delle corone

Era il 9 marzo del 1945 quando 11 partigiani vennero assassinati dai nazifascisti come rappresaglia per l’uccisione di due soldati tedeschi. La guerra era ormai alle fasi finali quando il comando tedesco con la collaborazione della Brigata Nera di Nonantola, organizzò prima un esteso rastrellamento per poi mettere in atto l’eccidio. 73 anni dopo il ricordo di quella strage è ancora vivo. Questa mattina a Navicello i Comuni di Modena, Bomporto e Nonantola, insieme ai Comitati comunali permanenti per la memoria e le celebrazioni, hanno organizzato una manifestazione per commemorare quella tragedia. Autorità, associazioni partigiane e numerosi cittadini hanno marciato uniti in ricordo dell’eccidio del ponte di Navicello. Il corteo è culminato con la deposizione delle corone.

Nel video intervista a:
– Federica Nannetti, sindaco di Nonantola
– Alves Monari, responsabile Anpi Nonantola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui