Brillante operazione della squadra Narcotici, che ha arrestato un albanese incensurato dell’85 che nascondeva all’interno del suo furgone 106 kg di droga, per un valore di oltre 2 milioni di euro. Il quantitativo più grande recuperato degli ultimi 15 anni nella provincia di Modena

Trasportava un quintale di droga a bordo di un furgone cassonato per un valore sul mercato di oltre 2 milioni di euro. Si tratta di un albanese incensurato classe 1985 che con l’utilizzo di un congegno elettronico è riuscito ad occultare in maniera impeccabile nel cassone del suo mezzo 106 kg di stupefacente. L’albanese, originario della Spezia è stato arrestato e la sostanza stupefacente sequestrata. La brillante operazione è stata portata a termine dalla squadra narcotici di Modena che, durante un servizio di controllo sul territorio, nei pressi dell’uscita di Modena Sud, nel parcheggio dell’Hotel Baia del Re, ha notato il mezzo fatiscente, con la parte sottostante del cassone più spessa del normale. A questo punto in seguito a degli accertamenti, i militari hanno appurato che il mezzo apparteneva ad un albanese incensurato che in più occasioni aveva alloggiato presso quell’albergo in compagnia di altri soggetti già noti alle forze dell’ordine per precedenti per stupefacenti. Si è deciso così di procedere con la verifica del furgone. La sostanza stupefacente era stata occultata talmente bene che è stato necessario l’intervento dell’unità cinofila della Guardia di Finanza. Un sequestro ingente definito dalla narcotici come il più grande negli ultimi 15 anni avvenuto nella provincia di Modena.

Marcello Castello, Capo della Squadra Mobile

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui