Una 33enne responsabile di zona della società Area Fitness, che gestisce la palestra Tonic di Modena, è stata denunciata dai Carabinieri. La donna si era intascata 16 mila euro con false fatturazioni

Apparentemente sembrava tutto normale, ma in realtà non era così. Solo una serie di controlli fiscali ha fatto emergere una situazione anomala, con notevoli ammanchi di denaro quantificabili in circa 16mila euro. E’ questa la cifra che sarebbe stata sottratta dalla responsabile di zona della società Area Fitness, gestore della palestra Tonic di Modena. Una 33enne nata a Formigine, ma residente a Fiorano che è stata denunciata dai Carabinieri della stazione di viale Tassoni a Modena con l’accusa di truffa ed appropriazione indebita. I fatti risalgono alla scorsa estate, in particolare ai mesi di giugno e luglio 2016. Il sistema messo a punto dalla donna sembrava funzionare alla perfezione: le fatture relative agli abbonamenti dei clienti venivano abilmente falsificate con cifre diverse rispetto a quelle che realmente venivano versate dagli stessi. In questo modo nelle tasche della 33enne finiva la differenza, in alcuni casi anche centinaia di euro, per un totale di ben 16mila nell’arco di tempo incriminato. Una volta emerse le prime incongruenze nei conti, però, sono stati proprio i Carabinieri ad approfondire le indagini e a risalire alle responsabilità della donna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui