Rimane ancora d’attualità il tema della violenza sulle donne. Sono sempre di più quelle che ricorrono a corsi di difesa personale o alle arti marziali per tutelarsi. Ieri un omicidio avvenuto a Roma e oggi la notizia delle violenze verso un’avvocatessa modenese da parte del compagno

Corsi di difesa personale e arti marziali: un’utile arma per tentare di difendersi dagli atti di violenza, un fenomeno che specie per quanto riguarda le donne non accenna a diminuire nonostante i tanti tentativi di sensibilizzazione sul tema che periodicamente vengono proposti dopo i più eclatanti casi nazionali. Anche a Modena sono sempre più i centri e le palestre che propongono attività di questo tipo.

Ieri la notizia dell’ennesimo femminicidio avvenuto a Roma, mentre oggi a Modena emerge la storia di un’avvocatessa modenese di 37 anni oggetto di ripetute violenze da parte del compagno, arrivato anche a spezzarle un braccio. Un episodio particolarmente amaro se si pensa che l’uomo addirittura è un insegnante privato di autodifesa. Per lui dopo ripetuti episodi è scattata la denuncia da parte dei Carabinieri, con il giudice che ha emesso come misura cautelare il divieto di avvicinarsi all’ex convivente oltre che di risiedere nel comune di Modena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui