E’ un punto importantissimo quello conquistato dal Modena sul campo del Pordenone. I canarini sono raggiunti in classifica dal Teramo, ma il gol di Diop per l’1-1 finale mantiene la squadra ai margini della zona playout

Un primo tempo tutto per il Pordenone o quasi. Il gol, non gol di Burrai, una grande parata di Manfredini e la rete realizzata dal bomber neroverde Rachid Arma. Poi, nella ripresa, la scossa a tinte gialloblù: prima il rigore guadagnato e sbagliato, malamente, da Nolé, che però regala ancora più rabbia all’undici di Capuano che prende in mano la partita e la pareggia con Diop, al quarto gol stagionale dopo essersi divorato due ottime occasioni. Finisce 1-1 la sfida su un campo complicatissimo, dove i padroni di casa più volte hanno dato saggio del loro valore infliggendo vere e proprie goleade agli avversari, ultima il 7-2 al Lumezzane. Un punto importantissimo per la classifica, che bene o male non subisce grossi scossoni: i canarini si avvicinano a -1 dal Sudtirol, ma vengono raggiunti dal Teramo che sconfigge il fanalino di coda Ancona, ormai ad un passo dalla retrocessione diretta. Un buon pari anche per festeggiare il centocinquesimo compleanno del club, sotto gli occhi di un tecnico che ha contribuito alla pagina più importante scritta negli anni recenti: Gianni De Biasi.

Nel video l’intervista a Gianni De Biasi, Ex allenatore Modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui