Soliera, pomeriggio di Natale: il 32enne ha preso di mira una connazionale. Denunciato per tentata violenza sessuale, lesioni, rapina e spaccio di droga

Tentata violenza sessuale, lesioni, rapina e detenzione di droga ai fini di spaccio. Quattro reati in pochi minuti. Un pomeriggio movimentato per il 32enne marocchino arrestato ieri dai Carabinieri di Soliera. Non solo: in tasca gli sono stati trovati 8mila euro in contanti, di cui ora dovrà spiegare la provenienza. L’uomo, un pregiudicato senza fissa dimora, ha preso di mira una connazionale più giovane, 28 anni. I due si conoscevano. Erano entrambi seduti nell’auto di lui in una strada di campagna, quando lui ha iniziato ad allungare le mani: palpeggiamenti e, di fronte al rifiuto della ragazza, anche qualche schiaffo. La giovane, nel tentare di ribellarsi, ha afferrato il cellulare per allertare i soccorsi. Il 32enne le strappato di mano il telefono per impedirle la chiamata. La ragazza, allora, si è precipitata di corsa fuori dalla vettura per chiedere aiuto, ha fermato un passante ed è partita la chiamata ai Carabinieri. A quel punto l’uomo ha provato a darsi alla fuga a piedi, ma i militari lo hanno presto fermato: aveva con sé un grammo e mezzo di cocaina, suddivisa in due dosi, e 8mila euro in contanti. La ragazza, invece, se l’è cavata con una prognosi di 7 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui