A dirlo è il sindaco Maino Benatti che ha fatto il punto della situazione a 4 anni dal terremoto

Nella ricostruzione post sisma di Mirandola l’anello debole della catena riguarda il ripristino dei beni artistici. Lo pensa il sindaco Maino Benatti che ha fatto un punto della situazione nel comune della bassa a quattro anni dal sisma. L’80%  delle imprese del territorio hanno ricostruito, così come il 65% delle abitazioni private ha dichiarato il sindaco ed ha ribadito che il problema è il ripristino del patrimonio pubblico storico. Nel tracciare un bilancio il primo cittadino ha voluto ricordare anche le tante comunità del Friuli che sono arrivate a Mirandola subito dopo la scossa del 2012 a sostenere ed aiutare i cittadini. Un ringraziamento particolare rivolto in occasione del 40esimo anniversario del terremoto che colpì quella regione.

INTERVISTA A:  

Maino Benatti

Sindaco di Mirandola

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui