Situazione profughi al Novi Sad: nei prossimi giorni sono previste altre partenze da Modena verso Bologna. Intanto sono stati aperti i bagni pubblici

Son sempre lì i pakistani tra le ‘gradinate dormitorio’ e il parco del Novi Sad. Il gruppo è ancora consistente nonostante le partenze verso Bologna. Nei prossimi giorni altre 15 persone saranno trasferite, mentre per gli altri non è stata trovata un’altra collocazione, anche se l’intenzione è di accompagnarli tutti nel capoluogo felsineo. I tempi, però, non saranno brevissimi. Al momento il passo fatto è l’apertura dei bagni pubblici, che si trovano sotto le gradinate, dalle 6 alle 22, rispetto alle 7 ore canoniche dei mesi precedenti. Una soluzione, temporanea, che fa parte del piano freddo anticipato dal comune di Modena e che durerà fino al prossimo martedì salvo disposizioni dell’ultima ora. Intanto oggi al Novi Sad, come tutti i venerdì, è giorno di pulizie. Un addetto della cooperativa I care munito di un apposito macchinario ha pulito le gradinate con sapone e disinfettante; mentre alcuni dei pakistani, complice il pomeriggio di sole, ha improvvisato una partita di cricket.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui