Meno due giorni alla festa dedicata a San Geminiano, il santo patrono della città che porta con sé una delle celebrazioni più sentite dai modenesi. Come da tradizione, alle 10.30 del 31 gennaio le autorità cittadine, accompagnate dal gonfalone della città, nel segno di una antichissima tradizione in onore del Patrono, interverranno in forma ufficiale con altre autorità alla celebrazione per la festa di San Geminiano. Dallo scalone del Palazzo comunale, si muoverà il corteo con i valletti in livrea gialloblù a portare in offerta i ceri e l’olio per la lampada che nella cripta del Duomo arde perennemente davanti al sepolcro del Santo Vescovo, scoperto in occasione della festa per la devozione e le preghiere dei fedeli. Alle 11 verrà celebrata la santa messa dall’Arcivescovo di Modena e Nonantola Monsignor Erio Castellucci, mentre le strade del centro si riempiranno di bancarelle per la nota e attesissima fiera. Saranno 520 gli ambulanti che potranno allestire la propria attività negli spazi predisposti. La Polizia municipale, con altre Forze dell’ordine, sarà come sempre impegnata nei controlli sul corretto svolgimento della manifestazione, in servizi antiborseggio, e in controlli e verifiche sul rispetto della normativa sull’anticontraffazione e sulla sicurezza dei prodotti in vendita. Nello stesso giorno avrà luogo anche la Corrida, la corsa podistica che partirà alle 14.30 da via Berengario, attraverserà la città per terminare all’interno del Parco Novi Sad.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui