Nel video le interviste a:

  • Michele Barcaiuolo, Coordinatore Regionale Fratelli d’Italia
  • Luca Bagnoli, Commissario cittadino Lega

In settimana sono stati eletti i presidenti dei quartieri di Modena e, a sorpresa, nel Quartiere 4 il candidato del Partito Democratico Carmelo De Lillo, ha ottenuto la carica anche grazie al voto della Lega. De Lillo, durante la prima votazione non aveva totalizzato la maggioranza assoluta necessaria per l’elezione, mentre alla seconda tornata, in cui sarebbe bastata la maggioranza semplice, è stato eletto all’unanimità da tutti i 13 presenti, compresi i cinque esponenti leghisti. Un fatto insolito che ha fatto scattare una risposta dura da parte dell’alleato di centrodestra Fratelli d’Italia. Il coordinatore regionale e capogruppo in consiglio Michele Barcaiuolo ha descritto il fatto come politicamente gravissimo, che va contro all’intento della coalizione di centrodestra di essere un’alternativa al centrosinistra. La Lega, in risposta, nega qualsiasi accusa di “inciuci” con il Partito Democratico, ma parla di temi di interesse per il quartiere. Il commissario cittadino Luca Bagnoli, sostiene che il voto degli esponenti leghisti non ha alcuna rilevanza politica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui