Il progetto presentato dai comuni di Fiorano e Maranello, che prevede il controllo delle targhe delle auto rubate, è stato respinto dal Ministero dell’Interno.

Avevano pensato ad un progetto di controllo delle auto rubate che transitavano nei comuni di fiorano e maranello, dopo due anni è arrivata la risposta, negativa, del ministro dell’interno. Ora i sindaci dei due comuni modenesi scrivono direttamente al premier Matteo Renzi e allo stesso Angelino Alfano. Quello pensato dai primi cittadini, in collaborazione con la prefettura di Modena e le forze dell’ordine locali, è un progetto tecnologicamente avanzato che prevede l’utilizzo di telecamere collocate ai ‘varchi’ dei comuni, collegate con la black-list delle auto, capaci di segnalare il passaggio di quelle rubate e fornire materiale utile a livello investigativo, che il Comune mette a disposizione delle forze dell’ordine. Il progetto, si legge nella lettera dei sindaci Massimiliano Morini e Francesco Tosi, vede ora la possibilità tecnica di entrare in funzione si tratta solo di collegarsi alla banca dati Ancitel. La risposta del ministero in merito è stata negativa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui