Parte domani l’edizione 2015 del Festival Filosofia, tra lezioni magistrali, mostre e concerti in città e provincia

L’obiettivo è ambizioso: confermare e magari superare le oltre 200mila presenze degli ultimi anni. Per riuscire nel compito, da domani a domenica a Modena, Carpi e Sassuolo sono in programma quasi 200 appuntamenti fra, spettacoli e cene filosofiche. Dedicato al tema ereditare, il Festival Filosofia 2015, mette a fuoco la diffusa percezione che si sia interrotta una continuità culturale, tanto nei rapporti tra le generazioni, quanto nella trasmissione del sapere e dei valori. Il programma filosofico del festival propone anche la sezione ‘la lezione dei classici’: esperti eminenti commenteranno i testi che, nella storia del pensiero occidentale, hanno costituito modelli o svolte concettuali rilevanti per il tema dell’ereditare, dalla lezione di disobbedienza di Socrate alla dottrina del tempo di Aristotele e a quella della memoria di Agostino. E se le lezioni magistrali sono il cuore della manifestazione, un vasto programma creativo coinvolge performance e conversazioni che avranno per protagonisti tra gli altri lo chef Massimo Bottura, gli attori Lella Costa, Neri Marcorè, Moni Ovadia, l’ex allenatore di calcio della nazionale Arrigo Sacchi e ilo cantautore Niccolò Fabi. Oltre trenta le mostre proposte in occasione del festival, mentre accanto a pranzi e cene nella notte di sabato 19 settembre è previsto il ‘Tiratardi’, con iniziative e aperture di gallerie e musei fino alle ore piccole. Il Festival partirà domani mattina alle 10.00 e a Modena in Piazza 20 settembre con la lezione dei classici della filosofa Donatella Di Cesare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui