Dopo i consiglieri del Pd, chiesto il rinvio a giudizio su altri modenesi

Dopo il Pd, ora è la volta del Pdl. La procura della Repubblica di Bologna ha chiesto il rinvio a giudizio per altri 11 consiglieri regionali della legislatura 2010-2014: tra questi anche i modenesi Andrea Leoni e Enrico Aimi. Secondo i magistrati Leoni, nell’inchiesta Spese pazze, avrebbe incassato rimborsi, senza averne titolo per 84 mila euro, mentre ad Aimi sono stati contestati 58 mila Euro. I nomi, usciti dopo quelli di Vecchi e Richetti del Pd, riguardano l’indagine sulle presunte spese indebite effettuate dai gruppi consiliari tra giugno 2010 e dicembre 2011. Ora si aprirà la fase delle udienze preliminari in cui il giudice deciderà se mandare a processo i politici: l’accusa per tutti è peculato, per avere usato i fondi destinati ai gruppi per spese non inerenti al mandato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui