Il giovane, G.M. le iniziali, era partito col buio alle 2 da Doganaccia assieme a un amico 45enne, per fare il giro del crinale. Ma giunto verso le 7.30 sul crinale tra Cima Tauffi e il Passo della Morte, a quota 1.800 metri, non riusciva più a proseguire per le vertigini

I tecnici del Soccorso Alpino Emilia Romagna – Stazione Monte Cimone sono intervenuti nelle prime ore della mattina nella zona di crinale di Fanano per soccorrere un 34enne di Firenze bloccato da un attacco di vertigini. Il giovane, G.M. le iniziali, era partito col buio alle 2 da Doganaccia (Abetone) assieme a un amico 45enne, anch’egli fiorentino, per fare il giro del crinale (passando per Croce Arcana e Libro Aperto) e rientrare all’Abetone verso sera. Ma giunto verso le 7.30 sul crinale tra Cima Tauffi (Fanano) e il Passo della Morte, a quota 1.800 metri, non riusciva più a proseguire per le vertigini. L’amico ha chiamato i carabinieri di Pavullo, che hanno attivato il Saer. La stazione Saer del Monte Cimone ha subito preso contatto e localizzato i due escursionisti, inviando quindi tre tecnici e un sanitario che li hanno raggiunti e aiutato il 34enne a scendere imbragandolo e assicurandolo con corde fino al punto dove avevano fermato il fuoristrada, con cui poi sono scesi al rifugio Taburri (Fanano). Da qui i due escursionisti hanno potuto raggiungere facilmente Fanano e aspettare l’arrivo di amici per il ritorno a casa, senza bisogno di assistenza medica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui