Può rivoluzionare l’edilizia e l’arredamento

Sono fatti a Pavullo, per la precisione nella zona industriale di Sant’Antonio, i 30 seggiolini a forma di cubo che ornano l’area dello street food all’Expo di Milano. Li ha fabbricati la Cmf Greentech, ramo d’azienda della Cmf Technology, per presentare in anteprima mondiale il suo prodotto d’eccellenza: il Canapalithos, rivoluzionario composto ecosostenibile formato dagli scarti della lavorazione della canapa attraverso un processo di conglomerazione brevettato. E’ resistente all’acqua, al fuoco, privo di formaldeide e fenolo, rilanciando i pregi di un materiale conosciuto fin dall’antichità per i suoi effetti salubri, a partire dalla capacità di idroregolazione e la traspirabilità. Il Canapalithos così delineato può essere utilizzato sia per arredo e design che nell’ambito di pannelli per la costruzione di parti murarie, ma per ora viene presentato all’esterno attraverso questi cubi:

Il prodotto passerà presto alla produzione di scala, in uno stabilimento ormai in fase di ultimazione a Cavezzo, luogo scelto sia per la possibilità di impiantare una coltura di canapa a filiera corta, sia per dare un altro segnale di rinascita post terremoto. Ma si pensa già alla possibilità di stabilimenti nel mondo dove c’è più fermento edilizio, a partire da Sudafrica e Sudamerica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui