Tanta delusione e la consapevolezza che serva un cambio di marcia per poter regalare qualche soddisfazione ai tifosi che, già dalla trasferta di Bolzano, hanno iniziato a mostrare segnali d’insofferenza verso una squadra parsa più volte priva di carattere. Lo stadio Menti di Vicenza resta indigesto per il Modena che, dopo la sconfitta di Coppa in Agosto, rientra dalla trasferta con l’Arzignano con solo un punto e, tra l’altro, assolutamente non meritato. Primo tempo anonimo per gli uomini di Zironelli di fronte ad un’Arzignano bravo ad aspettare l’occasione giusta che arriva al 43°: errore di Perna che nel tentativo di servire Gagno di testa innesta Piccioni che sigla la rete del vantaggio.  Rientrato in campo dopo l’intervallo il Modena fatica a rendersi pericoloso, nonostante Zironelli ridisegni completamente l’attacco, lasciando negli spogliatoi Rossetti, Bearzotti e Mattioli per Varutti, Tulissi e Sodinha. Al 58° l’evento che cambia l’inerzia della gara. L’arbitro Nicolini espelle per doppia ammonizione Pasqualoni e l’Arzignano rimane in dieci uomini. Proprio dai due nuovi entrati, tre minuti dopo, arriva il pareggio: Varutti conquista caparbiamente una punizione che Sodinha trasforma con un tiro potente su cui nulla può il portiere Tosi.

Nonostante mezz’ora abbondante in superiorità numerica, però, il Modena non riesce a capovolgere l’incontro facendo letteralmente infuriare mister Zironelli che non le ha mandate a dire ai suoi giocatori al termine della gara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui