Non arrivano buone notizie dalle Fonderie Cooperative di Modena, da tempo al centro della cronaca a seguito delle proteste dei residenti che lamentano continue emissioni maleodoranti da parte dell’azienda. Entro il 2020 Le Fonderie dovrebbero chiudere e trasferire altrove la sede del quartiere Madonnina. Ma nelle ultime ore si sta facendo strada  un’altra ipotesi; soluzione  che metterebbe a rischio il lavoro di un centinaio di operai: i titolari dell’azienda padovana Vdp e detentori del controllo della filiale modenese starebbero infatti pensando di trasferire la sede in Veneto, dopo aver acquisito un’altra realtà, quella di Zen Fonderie di Albignasego a Padova. In un primo momento, da Modena l’azienda si sarebbe dovuta trasferire a Camposampiero in provincia di Padova, ma i titolari avrebbero ora ipotizzato la località di Schio, a Vicenza. A rischio, seppur in minima parte rispetto ai 100 operai modenesi, sono anche i lavoratori della sede ferrarese.modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui