Si chiama “6000 sardine contro Salvini” ed è il flash mob organizzato per giovedì 14 novembre in contrapposizione alla convention della Lega che si terrà al PalaDozza e che vedrà la partecipazione del leader del Carroccio insieme alla candidata alla presidenza della Regione Lucia Borgonzoni. L’iniziativa, che al momento conta oltre 2000 adesioni, è stata lanciata venerdì sera via Facebook e punta a portare in Piazza Maggiore 6mila persone strette appunto “come sardine”, e quindi  più delle 5.570 che può ospitare il PalaDozza. Il flash mob è stato lanciato da quattro giovani 30enni che per il giorno dell’arrivo dell’ex Ministro  lanciano un appello: E’ venuto il momento di cambiare l’inerzia della retorica populista, di dimostrare che i numeri contano più della prepotenza, che la testa viene prima della pancia e che le persone vengono prima degli account social. E soprattutto è venuto il momento di dimostrare che a Bologna siamo più di loro”. Con una raccomandazione: “Nessuna bandiera, nessun partito, nessun insulto”. Matteo Salvini dal canto suo dice di non temere le proteste purchè pacifiche, e incalza rilanciando la serata della Lega durante la quale verrà inaugurata la campagna elettorale leghista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui