Perugia è ancora maledetta per la Leo Shoes Modena, che si arrende in poco più di un’ora e mezza alla Sir Safety nella semifinale della Final Four di Coppa Italia. A Casalecchio gli umbri si impongono per 3-0 e domani sfideranno la Lube Civitanova (3-2 su Trento) per confermarsi dopo il successo di 12 mesi fa. Modena parte male e perde 25-19 nel primo e 25-22 nel secondo. Nel terzo parziale i gialloblù sono a lungo in vantaggio, anche fino al 22-20 (Attacco di Bednorz), ma poi Perugia esce nel finale e con un ace di Lanza sul 25-24 chiudono il set e la gara 26-24. Per Modena Perugia resta un tabù dopo il ko a febbraio 2019 in Coppa, a maggio nella semifinale playoff e a novembre nella finale di SuperCoppa.

IL TABELLINO

Sir Safety Conad Perugia: Leo Shoes Modena 3-0 (25-19, 25-22, 26-24)

Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Leon Venero 16, Podrascanin 6, Atanasijevic 20, Lanza 4, Russo 3, Piccinelli (L), Biglino (L), Zhukouski 0, Colaci (L), Ricci 1, Plotnytskyi 1. N.E. Hoogendoorn, Taht. All. Heynen.
Leo Shoes Modena: Christenson 0, Anderson 8, Holt 6, Zaytsev 18, Bednorz 12, Mazzone 3, Iannelli (L), Rossini (L), Estrada Mazorra 0, Bossi 1. N.E. Sanguinetti, Pinali, Rinaldi, Salsi. All. Giani.
ARBITRI: Rapisarda, Pozzato.
NOTE – durata set: 26′, 26′, 32′; tot: 84′.

LA CRONACA

La Leo Shoes di Andrea Giani parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Matt Anderson, al centro Holt-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Perugia risponde con De Cecco in regia, opposto Atanasijevic, in banda Leon e Lanza, al centro Russo e Podrascanin, libero Colaci. Parte forte Perugia che con Leon in battuta piazza subito un break importante, Anderson risponde alla grande, 7-8. Sale in cattedra Wilfredo  Leon, il cubano è implacabile al servizio e in posto 4, 13-16. Resta avanti la Sir, 16-12, Modena fatica in contrattacco. Perugia chiude il primo set 19-25. Il secondo set inizia con un punto a punto serrato, 4-4 ed è volley di altissimo livello. Piazza il break Perugia che va sul 6-8 con un Atanasijevic in grande spolvero. Resta avanti la Sir con Modena che non trova la chiave del proprio gioco, 9-12. Va in battuta Anderson ed è una grande serie, 12-12 e set apertissimo. Torna al servizio Leon, lo schiacciatore naturalizzato polacco è devastante, 12-16. Noi si fermano gli umbri, 17-20 e Modena rincorre ancora. La Sir Safety Conad Perugia chiude 22-25 il parziale, è 0-2. Il terzo set è equilibratissimo, 10-11. Cambia marcia Modena che arriva al 20-18 con uno Zaytsev stellare. Perugia chiude il set 24-26 e il match 0-3.

LE INTERVISTE

Andrea Giani (Coach Leo Shoes Modena Volley): “Siamo arrivati a giocare questa gara in grande condizione, siamo mancati nei momenti decisivi del match, sbagliando troppe freeball. In queste partite non basta essere “sufficienti”, abbiamo sofferto anche le sfide tra singoli. Loro sono stati perfetti in tutte le palle decisive, noi purtroppo no, evidentemente non siamo ancora abbastanza solidi”.

Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena Volley): “Abbiamo sbagliato troppe palle decisive, quelle che ci avrebbero dato la possibilità di restare attaccati a loro e al match. Rimaniamo noi stessi, nel bene e nel male, dobbiamo credere in questo gruppo e nel processo di crescita”.

Salvatore Rossini (Leo Shoes Modena Volley): “Hanno meritato loro, sono stati più bravi e c’è tanto rammarico, ci siamo espressi alla grande in queste settimane, oggi non abbiamo mantenuto quel livello, ci siamo difesi bene in ricezione, ma in battuta e in attacco abbiamo fatto qualche errore di troppo. Peccato, stavamo giocando alla grande e oggi non lo abbiamo fatto, c’è grande rammarico”.

 

LA FOTOGALLERY by Modena Volley

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui