E’ difficile trovare una traiettoria giusta con cui analizzare l’andamento ondivago che ogni giorno prendono i numeri sul contagio in Regione. Il dato di fatto, più volte sottolineato negli ultimi giorni anche dal commissario Sergio Venturi, è che la curva epidemiologica da Piacenza a Rimini si sta attenuando, ma almeno ieri il dato non ha riguardato la nostra provincia. Dietro a Bologna, Modena è stata la seconda con il maggior aumento di casi positivi e allo stesso tempo ha fatto registrare il record i decessi, ben 18. I 119 nuovi positivi comportano un aumento del 5,2% e portano il totale a 2416 a Modena. Il dato di contagiati più alto lo ha fatto registrare ieri il capoluogo con 28 persone, per un totale di 540, subito a ruota Carpi e Formigine con 9. I decessi a Modena salgono in tutto a 213 con i 18 di ieri, con un’età media di 81,3 anni e un tasso di letalità dell’8,8%. Dei 18 deceduti ieri 12 erano uomini e 6 donne, di questi 5 erano di Carpi che in totale paga un conto di 32 morti, uno solo del capoluogo mentre la distribuzione ha toccato un po’ tutta la provincia, da Concordia, San Possidonio e San Felice fino a Polinago e Palagano. Dei 47 comuni della nostra provincia, solo Fiumalbo e Pievepelago sono ancora senza casi segnalati. Ma in tanto dolore c’è anche qualche gioia ed è il dato dei guariti che ieri ha fatto contare 14 nuovi guariti clinicamente, quindi senza più sintomi, e 14 guariti con il doppio tampone negativo. In tutto a Modena e provincia sono 165 le persone guarite clinicamente, di queste 71 anche con il doppio tampone negativo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui