Intervista a Stefano Foschieri, Amministratore Delegato Tecnoline

L’emergenza coronavirus ha reso i dispositivi di protezione individuale come le mascherine un articolo prezioso e dalla richiesta così elevata da aver prosciugato ormai le scorte di farmacie e ferramenta. Tecnoline, azienda di Concordia del distretto Biomedicale Mirandolese, ha per questo convertito parte della sua normale produzione al fine di poter rispondere alla sempre più grande richiesta di mascherine. L’azienda, con sede in via Gelatti che si occupa principalmente di sacche per la dialisi e dispositivi intra e post-operatori per la raccolta di sangue, ha avviato la produzione venerdì scorso e sono già pervenute richieste per 500mila pezzi. Le già numerosissime richieste sono arrivate dalle aziende ospedaliere, da farmacie, aziende del biomedicale, ma anche dalle forze dell’ordine in questi giorni particolarmente impegnate nel verificare il rispetto del nuovo decreto contro il contagio. Alcune chiamate sono arrivate anche da Roma e da Trieste. Le mascherine prodotte dall’azienda di Concordia sono al momento di un solo tipo

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui