Nel video l’intervista a Giancarlo Muzzarelli, sindaco di Modena

Un anno, il 2019, in cui si è registrato non solo un cambio di governo nazionale  ma anche rinnovo delle istituzioni europee. Elementi che in un mercato globale anche nella governance delle istituzioni si sono riflessi sui singoli paesi e da qui in cascata, sulle regioni e sui comuni. E’ questo il quadro istituzionale in cui questa mattina è stato inserito il discorso del sindaco in occasione del tradizionale appuntamento con gli auguri alla stampa e alla città. Occasione per un bilancio sull’anno appena trascorso. Tra le criticità con cui si chiude l’anno quello della sicurezza. I 20 furti al giorno nel solo comune di Modena mantengono alta l’allerta. Il sindaco ricorda il patto per Modena città sicura, firmato in prefettura, l’incontro il 21 gennaio con il Ministro Lamorgese, e quello per l’economia firmato con le rappresentanze delle imprese in comune. Azioni che rilanciano l’azione amministrativa di Modena nel 2020, dove prenderà forma il nuovo piano urbanistico e sarà approvato il nuovo Piano Urbano per la mobilità sostenibile che doveva essere approvato quest’anno. Un 2020 in cui a parola d’ordine sarà rigenerazione, accellerando i progetti ancora fermi o rallentati del piano periferie e di quello dell’Amcm,  del quale è stato mostrato un video spot di una riqualificazione che in tema di ritardi, Modena, ha sottolineato il sindaco, attende da 27 anni

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui