È stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna l’uomo che questa mattina poco dopo le 10.30 nella tratta Reggio Emilia-Bologna, ha colpito con varie coltellate una donna che si trovava sul Frecciarossa partito da Torino e diretto a Roma. L’aggressore, un 47enne di origini calabresi sembra sia un inserviente di una ditta esterna che effettua servizi di pulizie a bordo dell’alta velocità, al momento si trova sotto custodia della Polfer ed è in stato di fermo con l’ipotesi di tentato omicidio. L’Arma usata per l’aggressione è un coltellino serramanico. La donna una 41enne italiana, anch’essa dipendente di una ditta esterna, si occupa di ristorazione e da prime indiscrezioni sembra che i due si conoscessero. Soccorso dai sanitari del 118 è arrivata in ospedale in condizioni di media gravità, ma i medici l’hanno poi trasferita nel reparto di rianimazione. Da indiscrezioni raccolte sembra che il 47enne l’abbia prima aggredita con calci e pugni e poi con diversi fendenti. In aiuto della donna è arrivato un passeggero di Parma che ha tentato di frapporsi tra i due ma a sua volta è stato colpito, fortunatamente di striscio e non ha riportato nessuna ferita grave. Il treno Frecciarossa è rimasto fermo nella stazione di Bologna per un’oretta fino alle 11.50 per gli accertamenti da parte della scientifica che dovrà cercare di acquisire quanto più elementi possibili per riscostruire l’esatta dinamica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui