Si tratta di un pensionato di 76 anni. L’uomo ha detto ai militari di non essersi accorto di nulla

E’ stato un pensionato di 76 anni ad aver travolto giovedì sera a Zocca un uomo che camminava a lato della strada provinciale 623 all’altezza dell’incrocio con via Cava. I carabinieri, coordinati dal comando di Pavullo, lo hanno individuato ieri mattina, grazie all’ausilio di telecamere di videosorveglianza e alle testimonianze raccolte. Ai militari, che si sono presentati direttamente a casa sua, il pensionato ha detto di non essersi accorto di nulla, nonostante una volta tornato a casa avesse riscontrato sul suo camioncino Iveco Daily la mancanza dello specchietto del lato destro, evidentemente caduto dopo l’urto. Sicuramente il punto non era illuminato, e l’uomo che camminava lungo la strada lo stava percorrendo senza giubbetto catarifrangente e torcia segnaletica. In ogni caso, per l’investitore è scattata la denuncia a piede libero per fuga e omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale, a cui potrebbero aggiungersi le lesioni colpose nel caso in cui l’investito, un 50enne del posto, decida di sporgere querela. Nell’incidente l’uomo ha riportato la rottura di tibia e perone, trauma per il quale è stato ricoverato all’ospedale di Vignola. Era andata ben peggio invece a Rosanna Bortolucci, l’85enne travolta il 9 dicembre scorso a Montese a pochi metri da casa sua e morta il 26 al Maggiore di Bologna per i traumi riportati. Anche in questo caso i carabinieri erano giunti subito all’individuazione del responsabile, un 34enne di Pavullo che, a bordo di una Punto, non si era fermato e ora dovrà rispondere anche di omicidio colposo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui