Rivoluzione nella raccolta differenziata a Polinago, dove da domani entra in vigore un nuovo sistema che prevede contributi per qualsiasi quantitativo portato alla stazione ecologica

Il nuovo corso sulla raccolta differenziata in Appennino parte da Polinago, primo comune a introdurre da domani un nuovo sistema di monetizzazione dei rifiuti che attribuisce un valore a ogni quantitativo portato all’isola ecologica, per poi scontarlo in bolletta. Finora gli incentivi erano regolati da una graduatoria che ogni anno premiava le 100 persone che avevano conferito di più presso le stazioni del territorio di Prignano e Palagano tramite una convenzione con Hera. Da domani non sarà più così: ogni cittadino che porterà rifiuti differenziati, si vedrà riconoscere qualcosa, secondo un’apposita tabella. Per le utenze domestiche, si prevede un incentivo di 15 centesimo al chilo per la carta, 30 per plastica e lattine, 6 per il vetro, 3 per le potature, 6 per il legno, 9 per piccoli ingombranti fino a 5 kg e 3 per i grandi elettrodomestici. Leggermente diversi i valori per le utenze non domestiche. L’obiettivo è ambizioso.

Ai nostri microfoni Gian Domenico Tomei, Sindaco di Polinago

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui