Il progetto è dedicato alla riscoperta delle antiche vie che i pellegrini percorrevano per raggiungere Roma e riporta in luce i tratti legati al territorio modenese

Il Progetto ‘Romea Strata’, che ripercorre le vie attraversate dai pellegrini, che passano anche per i nostri territori, dal nord e dall’est Europa fino a Roma, è stato fortemente voluto per ritrovare, nell’anno del Giubileo, i sentieri, i lunghi cammini che i viaggiatori affrontavano da casa o per intraprendere percorsi legati a particolari culti o memorie, fino a giungere alla tomba di Pietro.

Il tratto modenese va da Finale Emilia al crinale appenninico, passando per Camposanto, Bomporto, Nonatola e, attraversando il Percorso Natura del Panaro fino a  S. Donnino, poi Marano, Casona e sassi di Roccamalatina. Ultimo tratto quello che raggiunge Zocca, Montese e poi Fanano e la Croce Arcana.

Ai nostri microfoni Don Raimondo Sinibaldi, coordinatore del progetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui