Rimangono stazionarie le condizioni del 57enne vittima del grave infortunio sul lavoro avvenuto ieri a Limidi di Soliera. L’uomo ha subito un lungo intervento chirurgico ed è in prognosi riservata all’Ospedale di Baggiovara

Ha subito un lungo intervento chirurgico il muratore di 57 anni che ieri pomeriggio è caduto nel cantiere in corso presso la ditta Centauro di Limidi di Soliera rimanendo infilzato da un tondino di ferro. L’operazione è stata effettuata dal dottor Vincenzo Trapani della Chirurgia Generale d’Urgenza e Nuove Tecnologie diretta dalla dottoressa Micaela Piccoli. Le condizioni dell’uomo, ricoverato in terapia intensiva, sono stazionarie, ma rimane riservata la prognosi. Giunto intorno alle 15 di ieri al Pronto Soccorso dell’ospedale civile di Baggiovara, il 57enne è stato subito portato in sala operatoria per curare la profonda ferita causata dal tondino in ferro. Lo strumento, utilizzato per rinforzare il cemento armato, ha ferito l’uomo al diaframma, al fegato e allo stomaco. È ancora in corso di accertamento l’esatta dinamica del grave infortunio sul lavoro: dalle prime ricostruzioni, il muratore stava attraversando un tratto di cantiere quando è caduto nelle fondamenta di un forno rimanendo infilzato dal tondino di ferro. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Carpi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui