Il vertice sull’autonomia rafforzata per l’Emilia Romagna, la Lombardia e il Veneto, aggiornato a oggi, è stato nuovamente rinviato. Non c’è accordo all’interno della maggioranza sulle risorse e sulle scuole

Vertice sospeso sull’autonomia, ma piu’ probabilmente rinviato sine die. Ancora un nulla di fatto dopo la fumata nera di lunedì: al momento i ministri si sono lasciati in attesa di una ulteriore futura convocazione. A quanto si apprende dalle agenzie, non e’ stato risolto il tema che si trascina da tempo e cioe’ quello delle risorse. La scorsa settimana la riunione era stata aggiornata ad oggi in attesa del ministro Giovanni Tria, allora impegnato a Bruxelles. Ma anche oggi il titolare dell’Economia ha disertato l’incontro. Oltre all’ipotesi di gabbie salariali, bollata dal M5s come “pura follia”, la Lega avrebbe riproposto la regionalizzazione dei concorsi scolastici, tema su cui si era arenata anche la precedente riunione. Dal fronte pentastellato si e’ alzato un muro, in particolare per quanto riguarda la ripartizione delle risorse. Il Carroccio chiede di consentire l’utilizzo su base regionale dei risparmi realizzati in virtu’ delle buone pratiche. E’ il focus della proposta di Veneto e Lombardia. M5s ripropone il tema dei costi standard: i risparmi devono andare al sud. Di qui l’accusa della Lega al partito di Di Maio, di non voler premiare il merito, ne’ punire gli sprechi.

Nel video l’intervista a Luigi di Maio, Vicepremier

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui