Il Tar del Lazio ha annullato il concorso per Dirigenti Scolastici bloccando le assunzioni dei vincitori. A Modena numerose le scuole che resteranno senza preside

Preoccupazione anche a Modena per la situazione che sta coinvolgendo il sistema scolastico in questi giorni. Il Tar del Lazio ha annullato il concorso per i dirigenti scolastici bloccando così le assunzioni imminenti dei vincitori. Una decisione che secondo la Flc Cgil determinerà gravi mancanze nelle scuole di Modena quando a settembre ripartirà l’anno scolastico. Senza le nuove assunzioni infatti i 45 dirigenti scolastici della provincia presenti dovranno dividersi tra tutte le 89 scuole del territorio. Sembrerebbe migliore l’annuncio da parte del ministero dell’Istruzione sui 58.627 posti per le immissioni di docenti in ruolo per il prossimo anno scolastico, di cui 870 quelli destinati alle scuole modenesi. Ma il sindacato mette in guardia sostenendo che nella realtà la situazione è molto complessa, perché nonostante i posti disponibili per le immissioni in ruolo, il 60% di questi non saranno coperti per assenza di personale nelle graduatorie. Per far fronte a questa carenza sono stati predisposti appositi concorsi, che tuttavia non riusciranno a portare in ruolo i docenti entro il prossimo anno scolastico. Una situazione di stallo che obbligherà per il prossimo settembre a ricorrere inevitabilmente a personale precario.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui